TEDX Padova: innovazione e umanità

14.59 di sabato pomeriggio, le pareti affrescate del Palazzo della Ragione rendono solenne il fermento e l’eccitazione che c’è nell’aria, il count down sta per scoccare la fatidica ora “X”: che il TEDX PADOVA abbia inizio.

16 speaker hanno il compito di divulgare nuove idee attraverso le loro esperienze e le loro storie. Ogni racconto di 8 minuti è un frammento di un puzzle che si materializza solo alla fine della giornata quando puoi avere una prospettiva “dall’alto” di quello che è stato un viaggio fatto di percorsi diversi che convergono verso una meta comune.

Cosa accomuna lo scienziato dell’osservatorio astronomico di Padova Roberto Ragazzoni con l’ingegnere Alessandro Baù che si è reinventato guida alpina; quale è il file rouge tra la pianista Leonora Armellini, che a soli 25 anni ha alle spalle una carriera fatta di concerti su scala internazionale, e il famoso mentalista Francesco Tesei?

Questo è quello che mi sono chiesta durante la convention e la risposta è arrivata alla fine, scendendo le scale di Palazzo Moroni quando le luci si sono spente e la mente si è accesa.

Il tema dichiarato dal TEDX è l’innovazione ma io vorrei considerarla Umanità.

Umanità si trasforma in pensiero laterale creativo nel progetto di Plantoide di Barbara Mazzolai, dove il mondo delle piante diventa ispirazione per la creazione di robot che potranno essere utilizzati in ambito medico, spaziale e ambientale, e nel sensore “Mogees” che permette di “suonare gli oggetti” del 30enne matematico Bruno Zamborlin.

Umanità è empatia nel messaggio di Andrea Pellizzari, che sottolinea il valore di un sorriso come linguaggio universale portato avanti da “Mr Brown per Haiti”, e si fa positività come motore del successo nel progetto social “Sunscious” di Valentina Hernandez.

Ma è anche “heritage” per Stefano Polato, che dalla Terra ha creato la prima osteria in orbita -Avamposto 42- con piatti che hanno le loro radici nella cucina veneta delle origini ma ad alta tecnologia per preservare la vita degli astronauti come Samantha Cristoforetti e “heritage” per Massimiliano Franz inteso come sistema di valori che sono la malta per costruire i pilastri che guideranno le persone all’interno di un’azienda nella crescita e nel miglioramento continuo.

Tutti questi messaggi possono uscire dal contesto in cui sono calati per diventare esperienze utili nel contesto quotidiano, guida per l’impresa che vuole fare di più, obiettivo per le persone che nella quotidianità del lavoro di tutti i giorni vogliono fare la differenza.

 11264850_529868183820913_5221613522141205980_n

 1467241_529962647144800_4604269773797114928_n

 

Marta De Gaspari

Sull’autore Marta De Gaspari

Consulente GMA Consulting, convinta sostenitrice dello stile, della creatività quando l'idea nasce dall'ascolto e dal confronto. Sportiva nel tempo libero, chef svagata e divoratrice di libri.