Riflessioni dal finestrino: siamo tutti convinti di guardare avanti

Quasi ogni giorno mi trovo a percorrere il tratto di strada che collega Bassano a Vicenza Nord.
Nella guida, ormai “automatica” per collegarmi con le strade che mi porteranno alla sede di lavoro ho il tempo di lasciare vagare la mente e da un po’ di tempo sono attratto dalla realizzazione di un nuovo capannone industriale (tra l’altro ormai praticamente concluso).
Mi ha subito colpito per le sue dimensioni generali, per gli spazi enormi e per una palazzina uffici originale e di design, dove la mano dell’architetto ha potuto esprimersi maggiormente.

Si tratta di una palazzina grande e completamente staccata del corpo di fabbrica. E’ un’opera ambiziosa e sicuramente costosa.
Come in un gioco di simmetria non posso non tornare al ricordo dei miei viaggi studio in Giappone, presso la scuola Ghifu Shiatai di Toyota, dove si possono apprendere i criteri fondamentali per realizzare organizzazioni flessibili e ad alta efficienza.
La prima regola era “ridurre gli spazi”, e più volte, anche visitando gli stabilimenti del Kaeritzu Toyota l’interprete ripeteva la frase “ogni passo costa 2 yen”! Per noi italiani, a quei tempi ancora immuni dalla crisi vera, era a volte fonte di sorrisi…

Il Maestro giapponese (il Sensei) ci spiegava poi il valore del Gemba, secondo cui solo la frequentazione da parte di tutti del luogo operativo in cui si produce il valore può innescare un percorso di cambiamento in meglio, argomento tanto prezioso oggi per un’azienda.

L’esito era semplice, mai più uffici lontani dal “valore” e integrazione profonda degli spazi uffici con la produzione. Anche BMW ha imparato la lezione progettando le nuove fabbriche in modo integrato uffici/catena di montaggio!
Ma noi siamo italiani…Il capannone è un investimento! E poi deve essere bello, altrimenti cosa penseranno di noi i clienti??E lo spazio è meglio che sia abbondante nella previsione di futuri sviluppi.

L’auto prosegue veloce, il capannone è superato e ormai sono prossimo all’autostrada.
Penso che alcuni di noi guardano al futuro, mentre altri guardano al passato; in ogni caso siamo tutti convinti di guardare avanti…

Come ispirazione ecco un video da guardare:

Marco Alessi

Sull’autore Marco Alessi

Partner GMA consulting, si appassiona nel condividere nuove visioni e strategie e ama lavorare con compagni coraggiosi che le sappiano sperimentare e realizzare. Osservatore, costruisce attraverso l'aggregazione di diverse culture.