2 ottobre – RE-START MEETING #1: il terzo occhio e la fiducia intelligente – sum up

Era un progetto che avevamo nel cassetto da tanto tempo e alla fine…eccolo!
Abbiamo dato il via ai nostri RE-START Meeting venerdì scorso ospitando alcuni imprenditori nella nostra nuova sede a Marostica e…siamo molto felici e soddisfatti! Per immaginare e realizzare questa serie di incontri abbiamo pensato molto, girato e rigirato diverse idee e alla fine abbiamo deciso di iniziare con un tema sfavillante: LA FIDUCIA.
E’ un tema che ci tocca da vicino ogni giorno nelle aziende con cui collaboriamo, oltre che nella vita personale, e ci sembrava anche l’argomento giusto per iniziare questo percorso di pomeriggi di confronto.
Dopo alcune esperienze e la raccolta dei diversi punti di vista abbiamo centrato l’argomento su una riflessione chiave:

noi crediamo nella SMART TRUST, la fiducia intelligente. Non solo ci crediamo ma è la base su cui costruiamo le nostre relazioni e i nostri progetti.

Perché? Perché le persone non si fidano più e le aziende non si fidano più. E questo atteggiamento, che costa moltissimo sia dal punto di vista economico che dal punto di vista umano e sociale, a noi di GMA Consulting non “fitta”.

Durante il workshop ci siamo chiesti: quanto costa un ambiente a basso grado di fiducia?
E soprattutto, siamo sicuri che questo approccio conduca più velocemente all’obiettivo? 

Nell’interpretare il nostro lavoro pensiamo che con un po’ di coraggio si possa ambire a creare un contesto relazionale rilassato e soprattutto veloce ed efficiente. Un ambiente in cui ci sia una terza scelta rispetto agli estremi “fiducia cieca e sospetto/diffidenza” e che aiuti ad uscire dalle situazioni di stallo in cui spesso il clima di non fiducia è causa ed effetto di immobilismo e scarsa energia, parole che non si abbinano in alcun modo al tema del cambiamento.

La chiave per poterlo realizzare? Non è una bacchetta magica ma un mix di coraggio, trasparenza e ascolto.
Avere il coraggio di essere sé stessi, di esprimere ciò che si sente, di dire chiaramente come stanno le cose (dal nostro punto di vista) anche se è scomodo o doloroso.
E allo stesso tempo rimanere aperti ad ascoltare, con il cuore e non solo con le orecchie, ciò che l’altro sente e vive per trovare soluzioni nuove e condivise che siano qualcosa di più e di diverso dei nostri obiettivi di partenza.
Unire una forte propensione al fidarsi degli altri ad una grande capacità di analisi del contesto per approdare ad un’altra dimensione della collaborazione, in cui persone che hanno fiducia in sé stesse riescono a dare fiducia, intelligente, agli altri.
Avere chiare le parole chiave collegate alla credibilità personale, punto di inizio della trasmissione di fiducia: integrità, carattere, intenzioni, capacità, competenze, risultati.

Albero

Solo in questo modo si possono creare accordi reali, solo in questo modo si può essere sicuri che verranno rispettati, solo in questo modo si può affrontare la cruda realtà ed acquisire la resilienza per affrontarla, insieme, con tenacia e coraggio. Facile? No di certo. Sempre possibile? Forse no.

La nostra piccola esperienza ci fa però dire che quando ciò avviene, la giornata ha avuto senso di essere vissuta, i rapporti sono diventati rapporti “umani” ed abbiamo costruito assieme alle nostre persone le basi per fare qualcosa di importante e significativo.
Non ultimo, forse saremo diventate persone migliori, in grado di realizzare prodotti e servizi migliori.

E quindi, grazie alla fiducia che si è creata durante il meeting, abbiamo potuto parlare liberamente, condividere, ridere, rilassarci e creare un momento che ricorderemo. Abbiamo dato un senso al venerdì pomeriggio e aggiunto un seme di fiducia in più alle nostre relazioni. Non ci resta che dire grazie a Giorgia, Livio, Antonella, Elisa, Sandro, Stefano, Rossana, Elena, Anna, Maurizio, Nicola, Lucia, Marco, Gianmarco e soprattutto…a Nazareno Galieni, “oratore” del workshop, consulente che collabora con GMA Consulting in progetti di trasformazione  e rilancio competitivo e che ci ha accompagnati in questo pomeriggio di “fiducia” lasciandoci molto a cui pensare.

Per approfondire:
– a proposition di givers and takers “Give and take” di Adam Grant
– sul tema fiducia intelligente “Smart Trust” di Stephen Covey

Promesso…ne facciamo un altro!

 

 

 

 

 

 

Federica

Sull’autore Federica Valentini

Partner GMA Consulting, amante dello scrivere, dell'arte, del design, del bello e del non bello. Non-blogger, viaggiatrice, appassionata di brand e di mercati.